Cucciolo di Scottish FoldSotto il termine Scottish si sottintendono in realtà quattro diverse tipologie di gatto:

  • Lo Scottish Fold Shorthair (cod. SFS 73 ), con le classiche orecchie piegate (fold) ed il pelo corto (Shorthair)
  • Lo Scottish Fold Longhair (cod. SFL 73), che ne è la variante a pelo lungo.
  • Lo Scottish Straight Shorthair (cod. SFS 71), morfologicamente simile al fold, ma con le orecchie dritte (Straight).
  • Lo Scottish Straight Longhair (cod. SFL 71), con le orecchie dritte ed il pelo lungo.

Il gatto Scottish, contrariamente a quanto ritenuto da molti, è un gatto abbastanza longevo e, grazie ad un lavoro di corretta selezione, un gatto sano. Il suo aspetto inconfondibile, che genera immediata simpatia, è legato alla rotondità del viso e naturalmente alle caratteristiche orecchie piegate che sono la conseguenza della presenza di Fd, un gene autosomico mutante dominante, che deve necessariamente essere presente in uno solo dei genitori. In questo modo avremo un numero variabile di cuccioli fold e di cuccioli straight, ma assicureremo alla discendenza una buona salute. In passato l’uso di accoppiamenti in omozigosi (tra gatti che presentavano entrambi le orecchie piegate), sono stati la causa di gravi problemi scheletrici e di deformazione delle cartilagini, al punto di impedire la deambulazione.

Per questo motivo invitiamo chiunque voglia scegliere come compagno di vita un gatto fold, di accertarsi della provenienza dei genitori del cucciolo scelto. L’unico strumento a disposizione è il pedigree, che deve essere riconosciuto dallo Stato Italiano attraverso il libro genealogico MIPAAF, e che permette di risalire ad almeno cinque generazioni precedenti, dando la possibilità di accertare la correttezza della selezione.

Scottish Fold e StraightCarattere

Cosa voglia dire vivere a contatto con uno Scottish, visto che questo coinvolge molto la nostra sfera emozionale, non è facilmente riassumibile in uno scritto, quindi mi limiterò ad accennare ad alcuni aspetti del carattere, lasciando a voi il piacere di scoprirne altri: La discrezione e la mitezza sono tratti inconfondibili, così come la presenza costante al nostro fianco, in ogni ambiente della casa. La curiosità, tipica di ogni felino, nello Scottish diventa virale. Sono molto attirati da piccoli oggetti, che ritroverete a distanza di tempo in un posto che non avreste mai sospettato! Presenzieranno sempre alle vostre attività, seguendovi ovunque. Rumori improvvisi, non particolarmente percettibili al nostro orecchio, vengono ascoltati dagli Scottish nella tipica posizione su due zampe (detta del cane della prateria) ed accompagnati da una adorabile espressione facciale e dagli occhi sgranati. Allo stesso modo la posizione seduta è un’altra delle caratteristiche tipiche, ed è certamente uno degli atteggiamenti più fotografati dei nostri amici felini.

Standard

Rotonda, zigomi, mandibola, muso e porta baffi ben pronunciati
Devono essere piccole, larghe alla base e dolcemente arrotondate in punta. Piegate in avanti, devono aderire il più possibile alla testa, dando così alla faccia una dimensione a tutto tondo. Esemplari da show possono presentare anche una tripla piega
Corto, ascritto in un profilo che presenta un breve stop, con una dolce curvatura
Grandi e rotondi, devono presentarsi ben distanziati e conferire una espressione sorpresa
Ossatura media e muscolatura robusta, di tipo semicobby, anche se si inizia a preferire una struttura più leggera
Saranno dimensionate alla struttura del corpo, da medie a lunghe, con ossatura robusta e prive di rigidezza articolare
Larga alla base, andrà ad assottigliarsi gradatamente fino alla punta, con una lunghezza pari ad almeno i due terzi del corpo. Deve essere molto flessibile e assolutamente esente da ispessimenti cartilaginei
Fitto, ricco di sottopelo, resistente, presenta una tessitura corta o semilunga
Tutte le varietà di colore

Cucciolo di Scottish StraightQuanto costa un gatto Scottish?

Certamente, se vi siete appassionati allo Scottish, avrete cominciato a cercare un cucciolo navigando in rete, e vi sarete imbattuti in qualche esemplare gradevole ad un prezzo incredibilmente basso.
Ovviamente vi chiederete il perché della differenza tra questi prezzi e quelli praticati dagli allevatori amatoriali. Allevare è un hobby (perché di questo si tratta) molto dispendioso, almeno se lo si fa in modo serio. La scelta dei riproduttori, il loro costo di acquisto, gli esami clinici iniziali e quelli successivi, che ci permettono di monitorare costantemente la buona salute dei nostri gatti, sono solo una parte delle spese sostenute. In gravidanza le femmine vengono sottoposte ad almeno 2 ecografie, per seguire l’andamento della gestazione. Tutti i nostri gatti sono testati per FIV, FeLV, PKD1 e vengono monitorati con ecocardiogramma a cadenze fisse. Anche vivendo esclusivamente in appartamento, sono trattati con antiparassitari specifici. Seguiamo sempre, con indicazioni e consigli, i nuovi proprietari e teniamo molto a mantenere con loro un contatto nel tempo, attraverso foto e mail.